MESSINA – Vanessa Amadore, dottoressa in scienze storiche con il massimo dei voti con una tesi sui “Vespri Siciliani”

Vanessa Amadore e i ragazzi dell'Ass. Agorà

Vanessa Amadore, di origini santagatesi, ha condotto gli studi classici presso il Liceo Classico di Sant’Agata di Militello con il massimo dei voti; in seguito ho conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Scienze Storiche, entrambe presso l’Università degli Studi di Messina. Da diversi mesi, è membro attivo dell’Associazione Agorà, per la quale sta lavorando, a diversi importanti progetti ed iniziative culturali.

Vanessa ha presentato una tesi di laurea in Storia Medievale dal titolo “Il Vespro Siciliano tra congiura e rivolta”.  Con il termine Vespro Siciliano si fa riferimento alla rivolta popolare scoppiata a Palermo nel marzo del  1282 contro la dominazione di Carlo d’Angiò  in Sicilia. Attraverso lo studio delle fonti primarie, opere dei cronisti contemporanei alla rivolta, ha analizzato le due chiavi interpretative del Vespro: per alcuni, come il cronista Bartolomeo da Neocastro, la ribellione fu spontanea e determinata dalle insofferenze del popolo contro il governo angioino; per altri invece, come l’anonimo autore del Rebellamentu di Sichilia, si trattò di una congiura ordita dal “Grande Cospiratore”, Giovanni da Procida, rifugiatosi presso la corte di Pietro d’Aragona, la cui regina Costanza, figlia di Manfredi, rivendicava il regno di Sicilia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...